.
Annunci online


Diario


31 marzo 2009

Centrale nucleare a Scarlino: un esercizio tra amici

ROMA - Una lista di siti individuata per "un esercizio tra amici", per di più "di area ambientalista", una lista fittizia, quindi, ma non troppo lontano da quella 'vera', visto che le caratteristiche necessarie a realizzare una centrale nucleare son quelle.
E' la lista che solleva proteste in ognuna delle 14 località individuate come potenziale sede di una centrale nucleare, lista redatta da Francesco Meneguzzo, scienziato del Cnr, esperto di energia e innovazione, che lavora presso l’Ibimet di Firenze, che lo 'confessa' al 'Foglietto' di Usi/Rdb Ricerca, il sindacato di base dei lavoratori della ricerca, on line domani. Ma Meneguzzo sul nucleare ha le idee chiare: "Si tratta di un modello energetico fallimentare".
Insomma, da quasi un anno il suo studio sulle 14 località (Monfalcone, Chioggia, Ravenna, Caorso, Trino, Fossano, Scarlino, San Benedetto del Tronto, Latina, Termoli, Garigliano, Mola di Bari, Scanzano Ionico, Palma e Oristano) che avrebbero i requisiti per ospitare centrali nucleari, crea aspre polemiche, riesplose nei giorni scorsi dopo l’accordo tra Silvio Berlusconi e Nicolas Sarkozy per realizzarne 4 in Italia.
Meneguzzo, raggiunto da "Il Foglietto", ha accettato di rispondere ad alcune domande. Dello studio si dichiara "coautore, a dire la verità, con altri amici anche più esperti della materia". Si è trattato di "un esercizio tra amici, di area  ambientalista. Io sono iscritto ai Verdi -aggiunge- ma non posso dire che l'esercizio sia stato commissionato da loro".
Lo studio "può essere considerato uno 'screening preliminare' -aggiunge lo scienziato del Cnr all’Ibimet di Firenze- probabilmente non tutti i criteri sono stati tenuti in considerazione, ma scommetterei di non essere andato troppo lontano dai risultati di un eventuale studio più rigoroso. Del resto, da qualche parte queste centrali andranno pure installate".
Il 'Foglietto' chiede a Meneguzzi se non sarebbe più utile uno studio per l'individuazione di siti dove investire in fonti alternative al nucleare. "Ovviamente sì -risponde- anche non avendo niente contro il nucleare, non si può sorvolare sul fatto che l'uranio 235 estratto oggi non è sufficiente a coprire il fabbisogno delle centrali esistenti, e non si vede come ne possa essere estratto di più in futuro". 

Fonti:
• USI/RdB - Ricerca
Agenzia DIRE
 

 
Ciò che resta del Padule di Scarlino


12 febbraio 2009

Governo Berlusconi, milleproproghe: nuovo colpo alle energie rinnovabili.

Il mille proproghe cancella l'obbligo per le nuove costruzioni di avere almeno una parte di energia prodotta da fonti rinnovabili

obbligo pannelli solari su tutte le nuove costruzioni
UNA NUOVA CATENA DI BLOG
E' incredibile non si capisce con quale logica il Governo Berlusconi tenti colpi continui contro l'industria delle energie rinnovabili, dopo il tentativo, fallito, di affossare le detrazioni per l'efficienza energetica, oggi, nascosto nel decreto milleproroghe viene tolto l'obbligo per i nuovo edifici di avere, almeno in parte, energia prodotta da fonti rinnovabili.

Nella finanziaria del 2008 il Governo Prodi aveva introdotto, a decorrere dal 10 gennaio 2009, l'obbligo per gli edifici di nuova costruzione, ai fini del rilascio del permesso di costruire, l'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 1 kW per ciascuna unità abitativa, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell'intervento.

Il governo italiano persiste con questo atteggiamento miope, arretrato e irragionevole e non perde occasione per portare avanti una malcelata battaglia contro la difesa ambientale. Fortunatamente alcuni comuni hanno già introdotto l'obbligo, ma le sostanze nocive non si fermano ai confini comunali. Chiediamo a gran voce che l'obbligo venga re-introdotto alla Camera.

Qui parte una nuova catena di blog perchè LE RINNOVABILI NON SONO PIU' UN'ALTERNATIVA, SONO UN OBBLIGO!


15 dicembre 2008

In catena contro il suicidio energetico del Paese

Su ZeroEmission.tv leggo che l'Unione Europea "vuole ampliare l’impiego dei fondi strutturali a favore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica nell’edilizia, settore responsabile, secondo i calcoli dell’Ue, di un quarto dei consumi energetici e del 40 per cento delle emissioni dell’Ue".  Le norme volute due anni fa dal ministro Pier Luigi Bersani andavano già inquesta direzione, favorendo la sostituzione di impianti di climatizzazione obsoleti, l'installazione di caldaie ad alta efficienza, di vetri efinestre isolanti, di pannelli solari. Il contributo consisteva in una robusta detrazione IRPEF, pari al 55% delle spese sostenute. AncheBarack Obama punta con decisione sullo sviluppo delle energie rinnovabili, convinto che questa sia l'unica strada percorribile per uscire dalla crisi economica. Steven Chu, premio Nobel per la Fisica e direttore del Lawrence Berkley national Laboratory, leader mondiale della ricerca sulle energie rinnovabili e alternative, sarà il ministro dell'energia del governo Obama. Noi invece abbiamo Stefania Prestigiacomo, imprenditrice con grossi interessi nel settore della plastica. Non ci riferiamo, ovviamente, alla plastica facciale che pure ha giovato non poco alla ministra, ma alle sue aziende manifatturiere attive nel petrolchimico di Priolo Gargallo.
Le posizioni conservatrici del governo Berlusconi, frutto anche di conflitti di interessi più o meno palesi, ci impediranno di partecipare alla rivoluzione tecnologica del terzo millennio che, come sostiene l'Unione Europea, sarà un volano formidabile per rilanciare sviluppo e occupazione. Mentre nel vecchio  e nel nuovo continente si preparano pacchetti di contributi per il risparmio energetico, in Italia si cancellano le norme esistenti eliminando qualsiasi agevolazione. Un duro colpo per le tasche dei cittadini ma anche per tantissime nuove imprese. La cosa è ancor più grave perchè Tremonti non ha in testa nessun disegno di sviluppo; il suo unico pensiero è rivolto a tagliare le spese senza preoccuparsi delle conseguenze. Ma se si tagliano i fondi alla ricerca, alle università, alle energie rinnovabili, alla formazione professionale, agli investimenti degli enti locali, si finisce per tarpare le ali alle prospettive di ripresa del nostro paese.

Bisogna contrastare queste scelte del governo italiano con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione. Contro le norme anti-ambiente contenute nel cosiddetto "decreto anticrisi" è nata una catena di blog. Tutti coloro che si oppongono al suicidio energetico del Pese sono invitati a pubblicare un post contenente tutti gli anelli della catena
(i blog che aderiscono all'iniziativa), linkandolo su  ilKuda, il blog che ha promosso e coordina l'iniziativa. Per riportare in un post gli anelli della catena è sufficiente copiare ed incollare l'elenco che segue:

ilKuda, Vivere Cernusco, Jacopo Fo, Informazione senza filtro, Osservatorio sul Razzismo in Italia, Blog del Giorno, CernuscoTv, Appunti e Virgole, Andrea Mollica, Giuseppe Civati, Samie, PDLissone, Gruppo Acaja, Life in Italy, I giardini pensili hanno fatto il loro tempo, Letizia Palmisano, Cittadino a Pero, Cronache Marziane, Impianti Termici, Marcello Saponaro, nel senso di Marcello, PD Vedano Olona, Soluzioni Immaginarie, Resistenza Civile, Tau Zero, Fiore Blog, Minima academica, Alessandro Ronchi, Verdi Treviglio, Verdi Ferrara, Writer, Network games, Spreaderss, Fonte Live, YANNB, Opinioni e benessere, Nati non fummo,Al massimo dell'energia, Maxso's blog, il giro del mondo in 80 parole, Sciura Pina,Il Ferdinando, EcoAlfabeta, con Ezechiele, Fuoriluogo, Whistleblower, Il blog di Alessio, No alla turbogas a Pontinia, La mia battaglia, Vivere ad orecchio, Il conte Mascetti,Blogeko, Amico Fragile, PdCI Federazione di Latina, Verdi Emilia Romagna, Verdi Forlì e Cesena, Voglio il fotovoltaico, Florablog, Lilith, Spartacus Quirinus, Mauvera, Radio Utopie, Spartaco il Trace, C'è chi dice no!, il Boss.net., Zadig, Equologia, Radicalsocialismo, Follonica, La tana del mostro, ArcanoPennazzi, Global Warming's blog, Mani in rete, Liberamente, EuLorisTopia, Marco Lamperti, Mauro Minnella, La città continua, Lama Democratica, I'm no Jack Kennedy, Zorro è vivo, Piazza Pulita, Videotubenews.
   

 

la vignetta è tratta da http://zadig.ilcannocchiale.it

sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Sviluppo Sostenibile
I Parchi della Città
Vela e Mare
Lavoro e Impresa
Città, cittadini, cittadinanza
Appuntamenti, incontri, iniziative
Passato e Presente
Viva l'Italia

VAI A VEDERE

Simone Gesi
Gruppo Vela
Eleonora Baldi
Leonardo Marras
Francesco De Luca
Alessandra Sensini
Claudio Saragosa
Comune di Follonica
Proloco Follonica
Provincia di Grosseto
Zadig


Welcome

Benvenuta - Benvenuto

Avviso ai Naviganti - Disclaimer

I commenti sono sempre graditi, qualunque sia il loro contenuto. Ogni visitatore si assume personalmente la responsabilità di ciò che scrive. Saranno cestinati i commenti anonimi e quelli che contengono ingiurie o spam.

il blog Follonica non è una testata giornalistica ed il suo aggiornamento non avviene a cadenze regolari. il blog Follonica non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Il contenuto dei post, ad esclusione di immagini e filmati, può essere riprodotto senza limitazioni per scopi non commerciali, purchè se ne citi la fonte. Nel caso di pubblicazione su altri blog o siti web è gradito un link al post originale.

Se vuoi pubblicare immagini o filmati coperti da copyright © invia una richiesta motivata all'indirizzo postadizadig@yahoo.com, risponderò tempestivamente.

Immagini, filmati e i brani musicali presenti su questo blog (quando non appartengono all'autore) appaiono tramite link agli oggetti originali. Le fonti sono sempre citate. Se il loro uso viola i diritti d'autore siete pregati di comunicarlo e provvederò alla rimozione.

Buona Navigazione

 
 
 Follonica

stai ascoltando:

Gato Barbieri "Encontro"

 

Statistiche

nano counter

Questo Blog aderisce a:

 

Amici nella blogsfera

Contatti

lcacialli@comune.follonica.gr.it

Collegamenti

 

Aggregatori

Add to Technorati Favorites  BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

  http://www.wikio.it

 

 

 

CERCA