.
Annunci online


Diario


31 gennaio 2009

"Non inceneriranno le nostre idee"

di Francesco De Luca*

A differenza di altri, ritengo che proprio in presenza di pareri tecnici – di cui ho massimo rispetto, il politico e la politica non debba ritirarsi in omertoso silenzio, ma debba spiccare nella sua attività di lettura delle prospettive e comprensione delle problematiche per raggiungere il massimo benessere dei cittadini. Fatemi essere chiaro: nel mio sogno di Follonica e sviluppo del territorio non c’è spazio per una pratica obsoleta e inquinante come l’incenerimento. Le alternative, senza scomodare i filosofi, si costruiscono, non si danno in natura, nè arrivano con l’attesa inerte e passiva: il tempo è un signore distratto, diceva De Andrè, non il risolutore dei problemi. Anzi, il tempo spesso li aggrava, li rende difficilmente risolvibili. Cosa serve? Serve la volontà politica, serve l’informazione ai cittadini, serve, cosa più importante, la loro collaborazione attiva a risolvere insieme il problema, “per sortirne insieme”. Quello che io (e per io intendo l’insieme delle giovani anime che mi sostiene) sostengo da tempo è la creazione di un polo del riciclaggio come a Vedelago (Tv), anzi più grande e più moderno di Vedelago. Un polo verde, dove i rifiuti sono una materia prima e non materiale da incenerire. Dove dai rifiuti si possa ridistribuire ricchezza, ridurre le tariffe, generare occupazione, creare nuove aziende che li lavorino, che li distribuiscano, che li esportino. Sostengo (si legga noi) da tempo che il Comune debba inoltre estendere, in tutti gli appalti pubblici, criteri verdi di scelta dei materiali, tenendo conto del loro ciclo di vita e della loro durevolezza. Sostengo da tempo (si legga noi) che bisogna ridurre i rifiuti prodotti, gli imballaggi di plastica, con accordi concertati tra comuni e distribuzione. Sostengo da tempo (si legga noi) che serve un forte impulso verso l’efficienza energetica degli edifici e l’uso del fotovoltaico, non tanto e non solo per ridurre i livelli di inquinamento, ma anche come risparmio monetario per i miei concittadini, soprattutto oggi che la crisi è diventata pesante. Nel suo giuramento Obama ha detto: “imbriglieremo il sole e i venti per farne energia”, ed oggi sta predisposto un New Deal verde come prospettiva dominante dello sviluppo economico americano. E’ ora che ci muoviamo anche noi in questa direzione, senza indugi e tentennamenti. Io (si legga noi) faremo la nostra parte, rumorosa se necessaria, ma non inceneriranno le nostre idee.

* Dirigente del PD di Follonica e candidato alle primarie
 

 


Follonica: l'inceneritore sullo sfondo



25 gennaio 2009

Il punto sulle primarie

Sul sito del PD di Follonica è stato pubblicato un comunicato della Segreteria che fa chiarezza sulla questione primarie: «L’ultima Assemblea del Pd è stata intensa e partecipata a conferma del fatto che le primarie sono uno straordinario strumento di coinvolgimento e inclusione popolare; uno strumento di selezione delle candidature dal basso, che valorizza la trasparenza, la partecipazione e l’accessibilità alla cosa pubblica contro l’idea della politica come “rendita di posizione”. Un modo per favorire un confronto sereno, che produce fiducia, vitalità, che mette in circolazione proposte, energie e che fa riscoprire la passione per la “polis”». leggi tutto
 

 
Grosseto, manifestazione del PD


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd primarie comunicato follonica

permalink | inviato da luigi cacialli il 25/1/2009 alle 16:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 gennaio 2009

L'On. Luca Sani (PD) interviene sull'ippodromo

Sani: «Governo immobile sulla crisi dell’ippica. Pdl di Follonica attacca l’ippodromo, ma colpisce gli allevatori»” Comunicato stampa.

Giovedì scorso, Luca Sani è intervenuto in Commissione agricoltura della Camera, nel corso di un’audizione del ministro Zaia, sollecitando fra l’altro alcune scelte relative alla crisi dell’ippica. «La convocazione dei cosiddetti “stati generali dell’ippica” è senza dubbio condivisibile, ma si tratta di una scelta che guarda al lungo periodo. I problemi dell’ippica italiana, nel frattempo, reclamano alcune scelte immediate, a partire da quelle dell’Unire sull’organizzazione della stagione delle corse.
I gestori degli ippodromi italiani, infatti, stanno minacciando la chiusura delle strutture, rischiando di mettere in crisi un comparto produttivo che in Italia conta circa 5.000 allevamenti, per 60.000 cavalli. Governo e Ministero, pertanto, devono esercitare la propria autorità, spingendo l’Unire ad individuare rapidamente soluzioni per la razionalizzare e rilanciare l’ippica italiana.
In questo senso, bisogna che il Mipaf (ministero delle politiche agricole e forestali) dica parole chiare sui criteri che vanno seguiti nella riorganizzazione della rete nazionale degli ippodromi. Ridurre indistintamente a tutti quanti gli impianti una parte di giornate di corse e attività per non scontentare nessuno, sarebbe una scelta decisamente miope. Così facendo, infatti, si metterebbero in crisi proprio gli impianti con dotazioni e standard qualitativi migliori, ma necessariamente con costi di gestione più elevati.
Per questo il Pd chiede al ministro Zaia di premere sull’Unire perché si facciano scelte lungimiranti, sulla base di una ricognizione degli impianti migliori e più attrezzati, per consentire all’ippica italiana di uscire dalla crisi in cui versa da troppo tempo».
«In questo ragionamento – aggiunge Sani – s’inquadra la vicenda del nuovo ippodromo di Follonica che la “Follonica corse cavalli” sta terminando di realizzare, in vista dell’entrata in esercizio il prossimo maggio. È chiaro che un impianto dedicato al trotto, con tre piste, 400 box, una clinica veterinaria per la riabilitazione ed elevatissimi standard infrastrutturali, per il quale si sono investiti 42 milioni, non può essere considerato dall’Unire e dal Ministero alla stregua di altri impianti più piccoli e malmessi. Si tratta infatti di uno dei migliori impianti d’Europa nel suo genere, e come tale va trattato in sede di programmazione delle corse e di suddivisione dei montepremi.
A questo proposito, la pretestuosa e vacua polemica alimentata dal Centrodestra follonichese e dal consigliere comunale Simone Turini, mette ancora una volta in evidenza la mancanza di cultura politica e di governo del Pdl maremmano. Attaccare a testa bassa la “Follonica corse cavalli” solo per colpire indirettamente la maggioranza che governa il Comune di Follonica, è sciocco e controproducente, perché colpisce l’intero comparto economico allevatoriale. Ma anche perché danneggia una struttura che potenzialmente è in grado di creare molti posti di lavoro, una parte dei quali – quelli legati alla clinica veterinaria di riabilitazione – con profili professionali elevati. Se il nuovo ippodromo decollerà, infatti, a trarne vantaggio saranno in tanti: sia gli addetti diretti che quelli generati dall’indotto».



Franca in visita al Parco Faunistico dell'Amiata



21 gennaio 2009

Dell'inceneritore e altre storie

 

Nel giorno in cui Lio Scheggi e Giancarlo Farnetani ci fanno sapere con un comunicato ufficiale che si è «conclusa l’istruttoria della Valutazione d’impatto ambientale sulla centrale elettrica di Scarlino nel suo nuovo assetto con un parere favorevole e alcune prescrizioni», credo sia opportuno ricordare il documento sui rifiuti approvato poco più di un mese fa dall'Assemblea Comunale del PD.
Per i Democratici di Follonica le linee contenute in quel documento rimangono punti fermi su cui incentreranno la loro iniziativa. No all'inceneritore, dunque; su questo non ho dubbi. Per rinfrescare la memoria ai miscredenti riporto integralmente la parte del documento che riguarda l'inceneritore del Casone.

Dal documento del PD di Follonica:  «Sull'Inceneritore»


"Vogliamo ribadire in modo chiaro la nostra contrarietà ad un impianto che è totalmente avulso dal territorio., affermata non a solo a parole ma con atti concreti in questi anni. Dopo un lungo contenzioso giudiziario l’impianto è, comunque in funzione, regolarmente autorizzato a bruciare biomasse. È in corso la procedura di VIA per essere alimentato a CDR. Solo dopo che la Valutazione d’Impatto Ambientale avrà avuto esito favorevole, l’impianto sarà sottoposto a AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) per le necessarie autorizzazioni.
Quello che vogliamo è puntare su sistemi come la riduzione, il riuso e la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta che pongono l’incenerimento, come prescrive la direttiva europea 98/2008, come forma marginale e residuale del ciclo dei rifiuti, preferibile solo alla discarica. È questa la strategia che dobbiamo perseguire.
D’altronde al SIA (Studio di Impatto Ambientale) di Scarlino Energia il Comune di Follonica ha presentato osservazioni importanti che non hanno avuto nelle risposte contro-deduzioni considerate soddisfacenti. Le criticità rilevate riguardano i seguenti aspetti: l’impianto è situato in area a pericolosità idraulica elevata e quindi la localizzazione contrasta con il PPGR (Piano Provinciale Gestione Rifiuti); nello studio inoltre non sono stati utilizzati i dati di qualità dell’aria della zona interessata, ma quelli di un'altra zona, come i dati meteoclimatici che si riferiscono a quelli dell'aeroporto di Pisa pur avendo a disposizione dati locali. Lo studio sorvola sugli aspetti sanitari della popolazione sostenendo che i rischi sono inconsistenti e che “la popolazione non è un bersaglio significativo” quando invece la ricaduta dei fumi con le reali condizioni del vento interessa proprio la zona sud est dell'abitato di Follonica. Ultimo, ma non meno importante, non viene indicato l’effetto derivato dalle acque di scarico dell'impianto, in termini qualitativi e quantitativi.
Ci preme evidenziare che, qualunque sia l’esito della VIA, in merito ad un futuro funzionamento dell’impianto, sarà necessario mantenere alta l’attenzione su tutta la Piana di Scarlino attraverso un costante monitoraggio ambientale e sanitario con rilevazioni in continuo delle emissioni, controlli in tempo reale e massima trasparenza e accessibilità delle informazioni. Allo stesso tempo dobbiamo mantenere un alto livello di attenzione anche sull’area di Piombino: è necessario avere una visione d’insieme di tutte le problematiche ambientali legate al Golfo di Follonica.
Ci sembra, inoltre, di fondamentale importanza promuovere ogni occasione di informazione e maggiore consapevolezza (incontri, workshop, convegni e quant’altro) legate alle possibili alternative tecnologiche all’incenerimento: numerose esperienze esistono in Italia e nel mondo che vanno conosciute e approfondite".
   
  

 

sfoglia     dicembre   <<  1 | 2  >>   febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Sviluppo Sostenibile
I Parchi della Città
Vela e Mare
Lavoro e Impresa
Città, cittadini, cittadinanza
Appuntamenti, incontri, iniziative
Passato e Presente
Viva l'Italia

VAI A VEDERE

Simone Gesi
Gruppo Vela
Eleonora Baldi
Leonardo Marras
Francesco De Luca
Alessandra Sensini
Claudio Saragosa
Comune di Follonica
Proloco Follonica
Provincia di Grosseto
Zadig


Welcome

Benvenuta - Benvenuto

Avviso ai Naviganti - Disclaimer

I commenti sono sempre graditi, qualunque sia il loro contenuto. Ogni visitatore si assume personalmente la responsabilità di ciò che scrive. Saranno cestinati i commenti anonimi e quelli che contengono ingiurie o spam.

il blog Follonica non è una testata giornalistica ed il suo aggiornamento non avviene a cadenze regolari. il blog Follonica non è un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Il contenuto dei post, ad esclusione di immagini e filmati, può essere riprodotto senza limitazioni per scopi non commerciali, purchè se ne citi la fonte. Nel caso di pubblicazione su altri blog o siti web è gradito un link al post originale.

Se vuoi pubblicare immagini o filmati coperti da copyright © invia una richiesta motivata all'indirizzo postadizadig@yahoo.com, risponderò tempestivamente.

Immagini, filmati e i brani musicali presenti su questo blog (quando non appartengono all'autore) appaiono tramite link agli oggetti originali. Le fonti sono sempre citate. Se il loro uso viola i diritti d'autore siete pregati di comunicarlo e provvederò alla rimozione.

Buona Navigazione

 
 
 Follonica

stai ascoltando:

Gato Barbieri "Encontro"

 

Statistiche

nano counter

Questo Blog aderisce a:

 

Amici nella blogsfera

Contatti

lcacialli@comune.follonica.gr.it

Collegamenti

 

Aggregatori

Add to Technorati Favorites  BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

  http://www.wikio.it

 

 

 

CERCA